Ok

By continuing your visit to this site, you accept the use of cookies. These ensure the smooth running of our services. Learn more.

12/02/2018

In attesa di meglio

Prima di essere bannato per inattività, occupo questo spazio in attesa di impiegarlo in modo migliore.

Certo, in questo periodo, stanti la prossimità delle elezioni politiche e gli ultimi fatti di cronaca nera con relativi agganci alla campagna elettorale, gli argomenti non dovrebbero mancare.

Devo solo riordinare le idee e scegliere cosa dire di mio, che non sia una mera ripetizione di quanto già detto o scritto da altri.

Potrei parlare forse della modernità e di come sia o possa essere un errore che il nuovo debba prevalere sul vecchio, che comunque il mondo, i popoli, le società vadano verso una progressione, sull'onda di una forza evolutiva e di cambiamento che, solo per essere nuova, è da preferire al passato... come un moto inarrestabile, fatale, al quale non si può e non si deve oppore ostacolo, né dubitare che porti al meglio.

Vedremo... a volte capita di parlare come se fossimo eterni e che ciò che sarà in un futuro potrà appartenerci, che ci saremo anche noi.

Ma non sarà così... ed è strano pensare di non esserci, come ci pare strano che il nostro corpo, giorno dopo giorno, vada verso un declino: non abbiamo scelto di nascere e neppure possiamo scegliere di non morire.

L'esistenza umana non è giusta, fors'anche come quella degli altri esseri viventi... ma le leggi del mondo non è a un criterio di equità e giustizia che fanno riferimento, né invero riusciamo a capire a cos'altro possano ispirarsi..

Commenti

Pensa che a me ha sempre fatto più impressione la circostanza di non essere esistita per milioni d'anni, prima di nascere, che non il fatto di dover togliere il disturbo, prima o poi. Ma come? Dal big bang in poi non sono esistita fino a una manciata di decenni fa?!?! ma com'è possibile?!?! mi sembra una cosa del tutto offensiva. Per venire ai dati storici più recenti, si fa per dire: non c'ero quando è stata costruita l'Acropoli di Atene? quando è stata fondata Roma? quando è caduto l'impero romano? quando Carlomagno combattè contro i Saraceni? quando Michelangelo si occupò della Cappella Sistina? quando scoppiò la rivoluzione francese? quando Napoleone imperversava in Europa? ecc ecc? che ingiustizia! :-)

Scritto da: Lella | 12/02/2018

Rispondi a questo commento

La tua osservazione è giusta... ma può essere anche che non abbiamo memoria delle precedenti nostre esistenze.
Francamente, se effettivamente in qualche modo fossimo stati presenti in tempi passati, forse sarebbe bello saperlo, ma forse potrebbe essere un peso troppo grande per noi.

Scritto da: Enrico | 12/02/2018

Rispondi a questo commento

Boh.

Scritto da: Lella | 12/02/2018

Rispondi a questo commento

Scrivi un commento